Sei in: Home > Corsi di insegnamento > SCIENZE BIOMEDICHE E AUDIOLOGICHE
 
 

SCIENZE BIOMEDICHE E AUDIOLOGICHE

 

Biomedical and Audiologic Sciences

 

Anno accademico 2017/2018

Codice attività didattica
MED3114
Docenti
Prof. Barbara PASINI (Docente Titolare dell'insegnamento)
Prof. Roberto ALBERA (Docente Titolare dell'insegnamento)
Dott. Monica ORIONE (Docente Titolare dell'insegnamento)
Corso di studio
[f007-c310] laurea i^ liv. in tecniche audiometriche (ab.pr.san.audiometrista) - a torino
Anno
1° anno
Tipologia
--- Nuovo Ordinamento ---
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
MED/03 - genetica medica
MED/32 - audiologia
MED/50 - scienze tecniche mediche applicate
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Scritto ed orale
Prerequisiti
Aver superato le propedeuticità stabilite dal CdL.
 
 

Obiettivi formativi

  • ITA
  • INGL

Acquisire conoscenza delle basi anatomiche e fisiologiche dell’orecchio esterno, medio ed interno e delle vie acustiche centrali. Acquisire conoscenza delle basi di fisica acustica necessarie per comprendere la fisiopatologia uditiva. Acquisire le basi della Genetica medica con riferimento alla consulenza genetica, alle varie tipologie di test genetici e loro ripercussioni mediche, etiche e legali al progetto genoma umano, all'ereditarietà dominante e recessiva. Acquisire le conoscenze di diagnostica pre-natale e screening e di inquadramento delle sordità ereditarie. Acquisire le basi delle tecniche audiometriche. Fornire agli studenti le conoscenze relative al profilo professionale, al codice deontologico, agli aspetti etici e normativi della professione.

 

Risultati dell'apprendimento attesi

  • ITA
  • INGL

Gli studenti devono raggiungere gli obiettivi formativi previsti per l’insegnamento.

 

Programma

  • ITA
  • INGL

Genetica Medica. Consulenza genetica: principi metodologici e finalità della consulenza genetica; le varie tipologie di test genetici e loro ripercussioni mediche, etiche e legali.  Il progetto genoma umano: struttura e funzione del DNA, meiosi e mitosi; terminologia e classificazione delle mutazioni; navigare in internet sui browsers del genoma umano e databases.  Ereditarietà dominante e recessiva: calcoli formali dei rischi di ricorrenza, effetto biologico delle mutazioni in rapporto al tipo di ereditarietà; malattie da espansione di triplette instabili. Ereditarietà legata al cromosoma X. Analisi di linkage e ricerca di delezioni. Citogenetica: analisi del cariotipo costituzionale, anomalie cromosomiche di numero e di struttura; FISH nelle sindromi da micro-delezioni, diagnostica pre-natale e screening. Le malattie mitocondriali  e le mutazioni del DNA mitocondriale. Inquadramento delle sordità ereditarie e principi di genetica oncologica, le neurofibromatosi tipo 1 e tipo 2. Diagnostica genetica del ritardo mentale (sindrome dell’X fragile) e inquadramento delle neuropatie ereditarie.
Audiologia e Foniatria 1. Il suono. Frequenza: unità di misura. Intensità: unità di misura. Psicoacustica:  la sensazione di frequenza e di intensità. Fisiologia:  Il significato funzionale dell’orecchio esterno. Il significato funzionale dell’orecchio medio: il concetto di adattatore di impedenza, il ruolo dei muscoli dell’orecchio medio,  il funzionamento della tuba di Eustachio.
Il significato funzionale dell’orecchio interno: i liquidi labirintici, la trasduzione meccano-acustica, il ruolo delle cellule cigliate esterne ed interne, le vie acustiche afferente ed efferente. L’udito e la comprensione dei segnali acustici.
Principali patologie di interesse otorinolaringoiatrico con possibili risvolti audiologici: cenni di diagnosi, trattamento medico e/o chirurgico.
Scienze audiometriche 1. Definizione di comunicazione, differenza tra voce, parola, linguaggio e definizione di performativo. L’Audiometria:  L’anamnesi audiologica. L’audiogramma e l’audiogramma clinico
La valutazione dell’udito nell’adulto: Audiometria soggettiva: tonale liminare e sopraliminare e vocale.  Audiometria oggettiva: impedenzometria e potenziali evocati uditivi 
La valutazione dell’udito nel bambino: Lo screening neonatale: otoemissioni acustiche.   L’audiometria comportamentale: osservazioni audiometriche, prove audiometriche informali, audiometria a riflessi condizionati. Le prove audiometriche di efficienza protesica. La percezione uditiva: Differenza tra capacità e percezione. Cenni sulla valutazione della percezione uditiva. Nozioni relative alla professione: normativa, consenso informato, profilo culturale e professionale, codice deontologico, segreto professionale,  tutela dei dati sanitari,  contratto di lavoro.

 

Modalità di insegnamento

  • ITA
  • INGL

 

Modalità di verifica dell'apprendimento

  • ITA
  • INGL

 

Testi consigliati e bibliografia

  • ITA
  • INGL

Albera R., Rossi G.  Otorinolaringoiatria, Ed Minerva Medica Torino, 2008
Albera  R. Schindler O. Audiologia e Foniatria, Ed. Minerva Medica Torino, 2003.
Manuale di otorinolaringoiatria -  G.Rossi;  R. Albera.

Sono possibili aggiornamenti all'inizio dell'anno accademico.

Appunti e dispense fornite dal docente.

 

Note

I SEMESTRE

 
 
Ultimo aggiornamento: 18/09/2017 10:21
Campusnet Unito
Non cliccare qui!